dai Glass Onion.. ai Travis

Postato il Aggiornato il

:: GLASS ONION ::
E’ il titolo di una canzone dei Beatles ma anche la formazione inziale dei Travis che nel 1993 pubblicò l’onomino ep (in un numero limitato di sole 500 copie) contentente quattro canzoni. Francis Healy avvia assieme a Andy Dunlop, Neil Primrose, Chris Martyn e Geoff Martyn una nuova realtà musicale che si accosta alle sonorità del primo album dei Travis, Good Feeling. Con la morte di suo nonno Fran decide di dare un nuovo taglio al gruppo: cambia il nome in Travis e cambia anche gran parte del personale dedito alla promozione del gruppo. Anche i fratelli Martyn si allontanano. Nel 1995 Healy, Dunlop e Primrose conoscono il batterista Douglas Payne e lo includono nella band.

:: TRAVIS ::
Nel 1996 dopo essersi trasferiti a Londra Frank Healy, Neil Primrose, Andy Dunlop e Dougie Payne ottengono un contratto con la Indipendente Records e pubblicano il loro primo ep “All I Want To Do Is Rock”. Le registrazioni del disco di debutto hanno inizio successivamente alla pubblicazione di un secondo singolo “U16 Girls”. Il forte apprezzamento del pubblico è subito testimoniato dalle alte posizioni ricorperte nelle classifiche inglesi.
Con il secondo album, “The Man Who”, i Travis esplodono in Inghilterra: Why Does It Always Rain On Me è una delle canzoni più programmate dell’estate del 1999 e riesce a diventare a pochi mesi dalla sua pubblicazione l’album più venduto in Inghilterra. Il gruppo decide quindi di pubblicare come singolo “Coming Aorund”, brano non contenuto nel disco.
Inizia un’intensa attività concertistica (anche accanto agli Oasis) e i riconoscimenti si moltiplicano.
Per promuovere l’uscita di “The invisible band” programmano un tour americano assieme a Dido. “Sing”, il primo estratto dall’album, rimane il pezzo di maggior successo dei Travis in Italia. Nei primi 3 album molto frequenti sono le canzoni d’amore ma, come spiegato da Fran in un’intervista, visto il consolidamento della sua relazione con Nora si cominciano a creare le basi per un salto di qualità. L’enorme successo dei due dischi fa emergere alcune rotture nell’equilibrio del gruppo ormai non più semplice band dal successo provinciale.
“12 Memories” rappresenta un capitolo molto delicato della storia della band.
La registrazione del disco è avvenuta in Scozia in uno studio approntato per l’occasione. Pubblicato quando il 2003 volgeva al termine si distingue subito per il suo forte contenuto politico e pacifista. In questo capolavoro la tragedia dell’11 settembre assume un significato esistenziale. Il disco è il primo prodotto della band ed è stato registrato dopo l’incidente alla spina dorsale di Neil che avrebbe potuto segnare la definitiva chiusura della storia dei Travis.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...